amar corda
Amar Corda
23 giugno 2016
la macina
La Macina
11 giugno 2016
Mostra tutto

Milòn Mèla

milon mela

Descrizione Artista

L’intento è di presentare al pubblico europeo alcune delle più antiche discipline dell’India ormai in via d’estinzione, caratterizzate da tecniche performative altamente sviluppate e spettacolari. La carica energetica, le acrobazie e la vivacità dei costumi catturano l’attenzione di grandi e piccini in un crescendo di ritmi, colori, ed emozioni. Nelle discipline tradizionali le pratiche rituali precedono e fungono da preludio alle azioni drammatiche, OM SHANTI una delle più antiche invocazioni in Sanscrito dà inizio allo spettacolo.

I musicisti Baul, con un accompagnamento musicale molto energetico aprono lo spettacolo; i loro canti faranno da contrappunto a tutte le azioni drammatiche che seguiranno. La danza classica Gotipua sembra riportarci all’interno degli antichi templi induisti. Le coreografie caratterizzate da un delicato erotismo narrano le vicende d’amore tra Krishna e Rada mentre le posizioni Yoga rievocano le sculture raffiguranti le più amate divinità dell’induismo. Un maestro di Hatha Yoga presenterà alcune asana tra le più spettacolari ed esercizi particolarmente gravosi come quello di giacere su un letto di lame accuminate. Il rombo dei giganteschi tamburi della danza Chhau e multiformi divinità invadono la scena per narrarci uno dei più antichi miti dell’induismo: la dea Durga, madre, protettrice e guerriera, cavalcando un leone e in compagnia dei propri figli, sconfigge i demoni che si erano impadroniti del cosmo. Lo spettacolo si conclude con l’ipnotica e suggestiva Danza del Fuoco del Kalaripayattu: fiaccole e grandi fuochi rotenati su bastoni e lunghe catene, creano incantevoli fantasmagorie. L’acme emotivo e sensoriale raggiunto durante tutto lo spettacolo, lascerà negli spettatori un ricordo indimenticabile.

LA PARATA

E’ un evento altamente spettacolare; una celebrazione all’aria aperta di grande vivacità in tutte le sue forme. Un corteo musicale e visivo sfilerà nelle vie e nelle piazze della città, creando un’atmosfera colorata di meraviglia ed eccitazione, capace di unire le diverse comunità etniche presenti, grandi e bambini; una vera festa dei sensi! Il drammatico assolo dei nagra giganteschi tamburi e i toni vibranti dello shehnai (piffero), danno il via alla parata: in testa i musicisti Baul, seguiti dai bastoni ruotanti dei Kalaripayattu e dalle danze acrobatiche dei Chhau e dei Gotipua. La parata è caratterizzata da fermate nei luoghi più suggestivi del percorso, dove verranno effettuate dimostrazioni delle varie discipline. La novità, la sorpresa e l’energia, richiamano l’attenzione di molti passanti che si uniscono, fino a formare un allegro corteo, mentre ai lati della strada si forma un’ala di osservatori.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail