gunter rieber
Gunter Rieber
23 aprile 2016
anta agni
Anta Agni
22 aprile 2016
Mostra tutto

Saravasvati Trio

saravasvati trio

Descrizione Artista

Il Sarasvati trio propone un repertorio di musica classica indiana.
La bellezza della musica indiana sta nel fatto che, pur dovendo sottostare a determinate regole gerarchiche di base che determinano la composizione, il musicista ha il campo aperto a infinite improvvisazioni sulla melodia tradizionale o raga, concentrandosi sul sentimento che definisce il tema iniziale, e poi ricamandoci sopra fino ai limiti della propria originalità.

Il Sarasvati trio ad ogni esecuzione riveste a nuovo il nudo scheletro del raga, spesso limitandosi a una singola sequenza melodica, facendo risaltare con la ripetizione tutte le sue minime variazioni microtonali e ritmiche. La musica indiana è sempre stata un'arte soggettiva, spirituale e individuale che non mira a brillanti effetti sinfonici ma ad una personale armonia con la super-anima.

"Raga" - La pietra angolare della musica indù è costituita dai raga: scale melodiche fisse. I sei raga di base si sviluppano in 126 raghini (mogli) e putra (figli).
Ogni raga ha un minimo di 5 note: una nota principale (vadi o re), una nota secondaria (samavadi o primo ministro), note ausiliare (anuvadi o aiutanti), e una nota dissonante (vivadi, il nemico). Ciascun raga principale ha una naturale rispondenza con una data ora del giorno, una stagione dell'anno e una divinità patrona che gli conferisce una particolare potenza. Furono gli antichi Rishi (saggi) a scoprire le leggi di questi rapporti fra la natura e l'uomo attraverso il suono.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail