Mara & Charles
11 aprile 2016
tolga emilio trio
Tolga Emilio Trio
11 aprile 2016
Mostra tutto

PolyEtnik Muzak

polyetnik muzak

Descrizione Artista

Il nome deriva dalla risposta che Brian Eno, reduce dai Pavarotti & Friends, diede al giornalista del TG1, il nostro Mollicone nazionale, dopo esser stato presentato come “poliedrico musicista multi etnico”: I DON’T LIKE POLYETHNIK MUZAK. È un combo di puro e duro folk che, pur essendo smarcatamente folk, non ha niente a che vedere con i tipici gruppi folkloristici e, pur non disprezzando una certa ricerca musicale, non ha niente a che fare con i classici gruppi di ricercatori musicologi.
In definitiva, trattasi di una band che suona un folk rigorosamente acustico con la stessa carica del rock più elettrico, proponendo in quartetto, senza alcuna pretesa filologica ma in lingua e testi originali, canzoni più o meno antiche della tradizione popolare dell’Europa latino-celtica. Brani di autori contemporanei che, in maniera più o meno esplicita e diretta, si sono rifatti a tale tradizione e canzoni che, pur facendo parte integrante del sud e del nord America, sono riconducibili a quella europea.

Dai Carmina Burana a Branduardi, dai Troubadours a De Andrè passando per chansonniers quali Brel e Brassens. Dalle ballate ipnotiche bretoni a quelle psichedeliche dei Velvet Underground. I saltarelli marchigiani come le jigs irlandesi e i reels canadesi, la tarantella napoletana come il cajun della Louisiana, il tango come la java manouche e la valse a’ musette, il fandango come il tex-mex.
Un viaggio nel tempo senza tempo sulle note riarrangiate di menestrelli, pastori, contadini, pescatori, marinai, malavitosi e cantautori.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail